Programmare in mikroBasic PRO
 
  Box pubblicitario
Semplice programma mikroBasic PRO

Vedere anche:

Per le informazioni riferite a questo argomento e per compilare i programmi è stata usata la vers. 5.40 di mikroBasic PRO for PIC.
Altre versioni del compilatore potrebbero avere comportamenti diversi o non funzionare.

Prima di scrivere il nostro primo programma in mikroBasic PRO, bisogna creare un progetto mikroBasic PRO.

Non è possibile compilare un programma se non è parte di un progetto.
Un programma può essere composto da vari files di codice sorgente.
Questi files, in mikrobasic, vengono chiamati moduli.
Una volta creato il progetto, ci troveremo nella situazione della immagine accanto.

Il modulo principale di un programma mikroBasic PRO:

Inizia sempre con la parola "program", seguita dal nome che noi diamo al programma.

Contiene sempre, all'interno, la parola "main:", che è un'etichetta che indica l'inizio delle istruzioni da eseguire nel programma.

Termina sempre con la parola "end.".

Per prendere confidenza col compilatore (per chi è alle prime esperienze con linguaggi e programmi, vedere "Elementi del linguaggio"), scriviamo un programmino per far accendere e spegnere, con cadenza di circa 1 secondo, 8 LED connessi su portB.

Quando si fa un progetto con un microcontrollore, ci si deve attenere alle note tecniche contenute nel datasheet del costruttore (vedi Lettura di un datasheet).

Per quanto riguarda la parte programmazione, il mikroBasic usa gli stessi nomi dei registri come sono indicati nel datasheet del PIC.

program prova_main
'16F877A, 8MHz

main:
    trisb = %00000000
    portb = %00000000

ripeti:
    portb = %11111111
    delay_ms(1000)

    portb = %00000000
    delay_ms(1000)

    goto ripeti

end.

Cominciamo scrivendo, sotto l'etichetta "main:", le istruzioni:

trisb = %00000000 (imposta I/O di portB come uscite)

portb = %00000000 (imposta portB a 0) (LED spenti)

ripeti: (etichetta che segna un punto di riferimento nel prog)

portb = %11111111 (imposta portB a 1) (LED accesi)

delay_ms(1000) (istruzione che crea un ritardo di 1000 millisecondi (1 secondo))

portb = %00000000 (imposta portB a 0) (LED spenti)

delay_ms(1000) (ritardo di 1 secondo)

goto ripeti (fa saltare l'esecuzione del programma alla riga dove c'è l'etichetta ripeti: e, quindi, riesegue di nuovo tutte le istruzioni, all'infinito, fino a che non togliamo l'alimentazione).

Una volta scritto il programma, lo possiamo compilare, cliccando sull'icona "Build", per vedere se quello che abbiamo scritto fino ad ora è corretto.

Se abbiamo commesso degli errori, questi vengono segnalati, dal compilatore, con un messaggio simile a quello a fianco e la compilazione non avviene.

Se non abbiamo commesso errori, la compilazione avviene velocemente e il compilatore visualizzerà un messaggio coi risultati della stessa, simile a quello a fianco.

Adesso, se vogliamo, è possibile testare il programma col debuger software per vedere se tutto funzionerà come previsto.

Per quelli un pò più esperti, è anche possibile testare il programma col simulatore di MPLAB IDE di Microchip.

Con la compilazione, andata a buon fine, è stato creato il file .hex, che dovrà essere inserito nella memoria programma del microcontrollore, tramite un programmatore di PIC.
Potete usare il vostro programmatore preferito, purchè sia adatto a programmare il tipo di PIC che avete selezionato nel progetto.

Se avete una scheda EasyPic o il programmatore mikroProg (oppure PicFlash2), potete programmare il microcontroller, direttamente dal compilatore cliccando sull'icona "Programm".

 

 

 

Usare la finestra debug in mikroBasic PRO

Bibliografia:
Manuale mikroBasic PRO
Datasheet PIC16F877A

 

Ultima modifica